Più di 700.000 posti di lavoro vacanti in Italia



Secondo i vari annunci che si trovano sul web, sono più di 700.000 i posti di lavoro disponibili in Italia.
Una ricerca effettuata da Face4Job che vede la continua ricerca associata alla difficoltà di far incontrare domanda e offerta di lavoro.

La ricerca di personale è continua e attiva tutto l’anno, incessante ma con modalità differenti: per l’Italia vige ancora il reclutamento attraverso il passaparola e le conoscenze, mentre nel resto del mondo è sempre più crescente il fenomeno del web-recruiting.
Ancora una volta il nostro Paese fatica a modernizzarsi e affidarsi a piattaforme online, nonché a richiedere lavori che riguardano le figure professionali del web.
Face4job.com (il portale di matrice italiana che riesce a calcolare tramite un algoritmo le cosiddette vacancy, cioè i posti di lavoro disponibili in un dato momento) analizza gli annunci di lavoro pubblicati dalle aziende di tutto il mondo e riesce a rintracciare le opportunità professionali disponibili. 

Se il mercato del lavoro si è globalizzato, il portale accompagna i job-seeker (i cercatori di lavoro) nei diversi paesi e nei diversi settori in cui c’è richiesta di manodopera. 
In sintesi, i posti di lavoro disponibili sono localizzati in diversi settori, di vario grado di specializzazione professionale.
Le tecnologie dell’informazione e della comunicazione sono in crescita, superando le richieste lavorative nei settori commerciale e vendita di beni e servizi, consulenze e libere professioni e le statistiche vedono in difficoltà neolaureati.
Anche Turismo e Ristorazione, settore in cui l’Italia potrebbe eccellere non ha buoni risultati.

I dati però sono provenienti dal web e bisogna considerare che l’insufficiente utilizzo degli annunci su internet da parte di determinati settori, tolga la possibilità a chi cerca lavoro di trovare l’azienda che ne ha necessità.
Avvicinare le professionalità e le competenze giuste sono un aspetto essenziale ma se un Paese non si informatizza e digitalizza, scegliendo canali non sempre agili ed efficienti non riuscirà a rendersi disponibile.
Oggi non ci si può permettere di essere inefficienti a causa della mancanza di alcune specifiche conoscenze che i nuovi mestieri richiedono, come non è possibile non riuscire a raggiungere il personale necessario a colmarle.
Sono carenze che il nostro Paese deve iniziare a colmare se vuole risalire al più presto.

SHARE THIS
Previous Post
Next Post